Abbazia di Monteveglio

Entrando nel borgo di Monteveglio, nel Comune di Valsamoggia, si scorge infine l’Abbazia di Monteveglio. La sua storia è strettamente legata a Matilde di Canossa. Fu infatti quest’ultima, che aveva sempre sostenuto il papato, a volerne la costruzione nell’XI secolo come ringraziamento verso questa terra, territorio della lotta tra impero e papato. Dopo la vittoria della Contessa contro Enrico IV, Matilde di Canossa volle la costruzione di questa Abbazia, in segno di ringraziamento per l’impresa riuscita. Questo luogo fu inizialmente assegnato ai Canonici regolari di San Frediano di Lucca, congregazione di regola agostiniana, che rimase nell’Abbazia per oltre 300 anni. Nel 1455 i Canonici di San Frediano furono sostituiti dai Canonici Regolari Lateranensi, che vi rimasero fino al XVIII secolo, segnato dall’arrivo in Italia di Napoleone. Attualmente l’Abbazia è sede della Comunità dei Fratelli di San Francesco.

La chiesa a tre navate, la cripta e due chiostri, uno principale del ‘400 e uno più piccolo, romanico, di cui resta il loggiato.

 

 

PERCORSO

 Circa 44 km, dalla Piazza Maggiore di Bologna alla Rocca di Bazzano, tra la bellezza della natura e tante testimonianze storico-artistiche da ammirare e riscoprire zaino in spalla.

DA NON PERDERE

Scopri tutti i luoghi di interesse culturale e non che puoi incontrare e visitare lungo il percorso